Mi credi il Messia? Sono problemi tuoi.

“Io non vengo dalla strada/sono troppo nerd/non sposo quella causa/ho troppi flirt”.

Ottimo show ieri per Caparezza in quel di Firenze, pure inaspettamente chitarristico e rock. Uno spettacolo studiato nei minimi particolari, con video e maschere, pieno di gag, battute, ironia e autoironia, teatro e tanta scazzataggine. Momento clou della serata: a un certo punto la band rimane sul palco mentre il “cantante” esce dalla scena e, sull’onda lunga di “Abiura di me“, improvvisa sulle linee melodiche di alcuni dei motivi dei grandi videogiochi degli anni 80, come Wonderboy e Bubble Bobble. Temevo di trovare troppo propaganda politica, facili frasine acchiappa pubblico e via dicendo, ed invece siamo stati ben sotto il limite di guardia. Per fortuna, se no sai che palle. Qualche allusione c’è stata, ma s’è chiuso tutto lì. “Alzate quelle mani! No, ragazzi, non così tese, non così tese..”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...