Cuore di tenebra.

Cuore di tenebra
L’ho letto in questi giorni, con più difficoltà di quanto avessi immaginato. Il libro del polacco Conrad – polacco, sì, come mi hanno fatto notare con orgoglio i miei conoscenti polacchi – non è scritto benissimo, è a tratti confuso, ha poco ritmo ed è fin troppo disinvolto nel perdersi nei meandri dell’inutile, talvolta approfondendo poco e male i momenti cruciali della storia. Storia, quella di Marlow che si addentra nel nocciolo dellAfrica, all’Inferno, alla ricerca di un misterioso e sopravvalutato Kurtz, che è stata omaggiata da Coppola e Marlon Brando in “Apocalypse now“. Storia costruita attorno a temi eterni come il colonialismo, la violenta supremazia di una razza sull’altra (ciò che Mantovani nell‘Elefante Invisibile chiama “annullamento dell’altro”), storia che si infila nel cuore nero del Continente Nero e nell’oscurità della mente dell’uomo, sempre più giù, sempre più in fondo, dove giacciono le paure ancestrali e dove ci sorprende l’istinto di fuggire, di tapparsi gli occhi di fronte alla follia e all’orrore (“L’orrore, l’orrore!”) per tornare a poggiare i piedi sulla retta via dell’equilibrio, della normalità rassicurante ma anche della falsità e dell’ipocrisia.
“Cuore di tenebra” è un libro di tutta sostanza, sgraziato, zoppo, ma onesto. E incompleto, perciò misterioso, e inevitabile stimolo per qualche pensiero meno fugace del solito.
Annunci

4 pensieri su “Cuore di tenebra.

  1. Ho “cuore di Tenebra” e “La Linea d’Ombra” di Conrad qui nel casseto da mesi… pensavo di leggerli a breve, invece l’Ombra del Vento mi ha preso più tempo del previsto, e purtroppo in ufficio è ricominciato il super lavoro :(Appena ho di nuovo tempo li leggo… anche se su CDT mi hai insieme incuriosita ma anche scoraggiata, detesto le cose incompiute… però lo leggerò ugualmente (anche perché ormai l’ho comprato) :D

  2. Lessi Cuore di Tenebra ai tempi della scuola, e mi lasciò una spiacevole sensazione di “scritto male”. Lo rilessi qualche anno fa e la sensazione, purtroppo, mi rimase.Ciò nonostante rimane un libro che probabilmente rileggerò tra qualche anno, perché appartiene a quella schiera di scritti capaci di darti nuovi stimoli di pensiero ad ogni lettura (o rilettura).Isk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...