Evolution is sexy

Ho un cane (un mezzo pastore tedesco-husky-nonsocosa preso  anni fa al canile) che è un animale nutrito all’eccesso, riverito, coccolato, adorato, curato, viziato, a cui non manca davvero nulla. Come si suol dire, un membro della famiglia.Ieri a pranzo, dopo che lui aveva già consumato il breve pasto di mezza giornata, gli ho dato una focaccia di 20×20 cm che tenevamo in casa da un paio di giorni e perciò secca, dura, tutt’altro che appetitosa. Un bello schifo, anche per un cane. Soprattutto quando è un cane sazio.

Yuri, che si chiamava già così prima di diventare nostro, ha addentato il quadrato focaccioso dalla consistenza lignea, ha “chiesto” di uscire piazzandosi davanti alla porta e ha cominciato a vagare per il giardino, guardandosi a destra e a sinistra, meditando sul da farsi. Valutando l’angolo migliore ove poter seppellire il cibo che, senza ombra di dubbio, andava messo da parte. Così gli suggeriva una voce interna, appartenente probabilmente all’ormai distanziato Lupo Grigio.

YuriEra buffo vederlo cedere all‘istinto, osservare che non poteva trattenersi dal fare la cosa giusta. Comè buffo pensare che un animale di oggi – che di certo non morirà di fame – sia ancora legato a quei meccanismi vincenti che i suoi lontanissimi antenati hanno sviluppato per sopravvivere e riprodursi. In questo caso, si tratta di nascondere il cibo in eccesso per poi utilizzarlo in eventuali periodi di carestia. In altri casi,  per esempio quando gira su se stesso prima di mettersi a dormire, Yuri prepara un comodo giaciglio sull’erba (schiacciandola) anche se l’erba non c’è più, e spesso non c’è più da millenni.

E la magia della natura, e non smette di affascinarmi. L’unico Dio possibile, me ne rendo sempre più conto, è quello einsteniano:

“Credo nel Dio di Spinoza che si rivela nell’armonia di tutto ciò che esiste, ma non in un Dio che si occupa del destino e delle azioni degli esseri umani.”

“Non cerco di immaginare un Dio; mi basta guardare con stupore e ammirazione la struttura del mondo, per quanto essa si lascia cogliere dai nostri sensi inadeguati.”

“Non credo in un Dio personale e non ho mai nascosto questa mia convinzione, anzi l’ho espressa chiaramente. Se c’è in me qualcosa che si può definire sentimento religioso, è proprio quella sconfinata ammirazione per la struttura del mondo nei limiti in cui la scienza ce la può rivelare.”

“L’idea di un Dio personale è un concetto antropologico che non sono capace di prendere seriamente.

Annunci

4 pensieri su “Evolution is sexy

  1. Credo che ciò che ci affascina degli animali sia – anche – questa loro aderenza comportamentale all’istinto, perché mantiene un alone di innocenza che molte volte sembra mancare agli esseri umani.

  2. E’ veramente bellissimo, complimenti!! Sembra un pastore tedesco col muso da Huski o come si chiama… :)Io poi amo tremendamente gli animali, come forse ogni tanto si evince da quello che scrivo… ;)

  3. L’ho preso al canile 6 o 7 anni fa, quando aveva un anno di vita. E’ stato per lungo tempo impaurito (non si sa da cosa, a meno che non l’avessero picchiato da cucciolo, come si sospetta), poi piano piano ha cominciato a familiarizzare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...