Genetica poco etica


L’annuncio della creazione del triste mini-cavallo mi ricorda tutto d’un colpo perché bisogna andarci piano con la genetica e le sue applicazioni. Mi ricorda perché la materia va maneggiata con cautela.

Naturalmente gli studi sul genoma sono importanti e si deve proseguire in tal senso, lo dico a scanso di equivoci. La genetica è già utile in mille modi e lo sarà – è che che immagina la mia mente profana – ancora di più in futuro. La genetica aiuterà a combattere certe malattie e, dunque, contribuirà all’aumento complessivo di benessere. Quindi è bene. La genetica ci aiuta a capire il nostro passato. Quindi è bene. Non avendo una posizione ideologica contro gli OGM, credo che essa risulterà importante anche in tal senso (se utilizzata con criterio). Quindi potrebbe esser bene anche in questo caso.

(per quanto riguarda gli OGM, un quesito per chi è a priori contrario: se venisse ideato, la butto lì, del granturco in grado di crescere in condizioni ambientali estreme, utilizzando quantità risibili d’acqua, non sarebbe una cosa positiva? Se ci fosse la possibilità di trasformare il Sahara in un immenso campo coltivato, in grado di sfamare tutti coloro che oggi muoiono di fame, non sarebbe una cosa positiva?)

Ma il mini-cavallo, creato solo (a quanto mi risulta) per uno “sfizio estetico“, no. Non ha senso. Non ha motivazione. Non ha perché. E’ solo un giocare, uno stupido giocare col DNA. Solo una sciocca dimostrazione di potenza. Che non ha utilità pratica.

So che potrebbero essere citati i chihuahua, tra le tante razze di cani, come esempio di manipolazione genetica (in questo caso “a posteriori”) culturalmente accettata. Il risultato finale, un prodotto esteticamente gradevole per l’uomo, è lo stesso. Sul mini-cane si agisce sui fenotipi, come l’uomo stesso ha fatto per millenni su animali domestici e piante da coltivazione, selezionandoli progressivamente per raggiungere un “progetto” d’animale che ci vada bene.

Da una parte si opera direttamente sul DNA, dall’altra sui suoi effetti pratici: eppure in entrambi i casi vi è una decisiva intromissione umana. Perché, ci si potrebbe chiedere, il chihuahua va bene e il mini-cavallo no?

Be’, è semplice. La differenza è che il mini-cavallo non lo si “costruisce” tramite numerosi passaggi, cui l’uomo stesso (e la sua morale, e la sua adattiva percezione di cos’è “naturale”) di volta in volta si adegua, come fa con una razza di cani. Col mini-cavallo il passaggio è unico, brusco, tremendo. E, ribadisco, insensato. Culturalmente scioccante. L’infelice esperimento spaventerà i veri conservatori e favorirà, o potrebbe favorire, leggi che priveranno la genetica di ogni possibile effetto davvero benefico. Detto in soldoni, non vorrei che casi come quello del “cavallino” portassero alla demagogica diminuzione dei fondi per lo studio sulla triplicazione del cromosoma 21 (che porta alla “Sindrome di Down”). Ed è solo un esempio. Paure ingiustificate? Chissà: ho già una vaga idea sugli slogan che i conservatori potrebbero utilizzare per portare la gente dalla propria parte.

In conclusione, il fatto mi ricorda che esiste un confine tra le sane e serie aspirazioni della genetica e i deliri dell’eugenetica: se non vogliamo che si arrivi alla costruzione di bambini secondo la moda del momento (“quest’anno vanno mori con gli occhi azzurri!”) è giusto fin da ora stabilire ciò che è lecito fare e ciò che è meglio evitare. La manipolazione della vita altrui senza giustificazioni oggettive va evitata. A meno che non vogliate correre il rischio di regalare a vostro figlio un corredo genetico demodé o fenotipi che non gradisce, provocandogli inutili problemi psicologici. In questo non auspicabile futuro, lui non maledirebbe il caso, come potrebbe fare oggi. Maledirebbe voi stessi. E no, non i vostri geni inconsapevoli. La vostra volontà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...