Omeopatia, omeopatia, per piccina che tu sia, tu sei sempre una fesseria

Homeopathy. There’s nothing in it.

Leggo su Oggi Scienza:

Sabato e domenica si svolgerà in tutto il mondo l’evento 10:23. […] 10:23 si riferisce al numero di Avogadro, 1023, cioè il numero di atomi contenuti in una mole, l’unità usata in chimica per misurare la quantità di sostanza (l’unità è equivalente per convenzione al numero di atomi contenuti in 12 grammi di carbonio-12). La campagna “10:23” con questo riferimento vuole rimandare alle diluizioni praticate in omeopatia (spesso però maggiori a una parte di principio curativo su 1023 parti di acqua), di cui abbiamo già parlato e di cui parleremo nuovamente, diluizioni talmente diluite, appunto, da far sì che James Randi, scettico di fama planetaria, paragonasse ironicamente l’uso di un farmaco omeopatico per il mal di testa, a “buttare due aspirine dentro il lago Tahoe, mescolare bene con un bastone, aspettare una paio d’anni perché si dissolva bene e poi prendere un sorsino di quell’acqua

Oggi Scienza e Queryonline ne approfittano per fare informazione, proponendo diversi articoli legati al tema. Segnalo Omeopatia: facciamo il punto, Omeopatia: le basi, Caramelle, Si chiudono i rubinetti per l’omeopatia inglese, I trial clinici, Il disastro del rapporto Donner e Omeopatia: funziona? I risultati delle metanalisi.

Annunci

2 pensieri su “Omeopatia, omeopatia, per piccina che tu sia, tu sei sempre una fesseria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...