Where the grass is green and the girls are pretty

Non volevo ritornare a parlare del caso di De Mattei, il vicepresidente del Cnr creazionista e ultracristiano che ha di recente dichiarato – tra l’altro – che il disastro in Giappone è solo il risultato del castigo di Dio e che l’impero romano è caduto a causa dei troppi omosessuali. Non volevo parlarne perché lo stanno già facendo in tanti (su questo sito, per esempio), e io non ho niente di significativo da aggiungere. Però l’intervista odierna su Repubblica è davvero divertente, e non posso non segnalarla.

Ci sono, infatti, perle come questa:

 

Il paradiso terrestre è una realtà storica, non una metafora.

Una realtà storica. Lo dice uno storico, eh. Mica il primo fesso che passa.

Annunci

5 pensieri su “Where the grass is green and the girls are pretty

  1. Ti posso dire una cosa? A me le persone così fanno veramente paura! Paura vera. Se queste persone riuscissero ad avere potere – potere vero – si ricomincerebbe con la caccia alle streghe, l’inquisizione e tutto il resto.
    Pur di restare fedeli al loro principio fideistico negano la realtà. E se non è diabolico questo… LOL

    Giorni fa mi hanno citofonato dei testimoni di geova chiedendomi se volevo conoscere la verità vera sul disastro del Giappone… LOL

    Poi mi domando come possa un “creazionista” essere vicepresidente del CNR… mah…

    • Ce l’ha messo la Moratti, che in un primo tempo da ministro dell’istruzione aveva voluto dare una volta creazionista alla scuola italiana (gli va dato atto che poi ha cambiato idea). Qui tutta la storia:

      http://www.sindromedistendhal.com/Alzheimer/Evoluzionismo-moratti.htm

      “Pochi mesi dopo viene nominato ai massimi livelli del CNR un antievoluzionista [Cfr. Darwin licenziato, L’nità, 23 marzo 2004, p.1]. Si entra così nel 2004 e il testimone passa nelle mani del Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti che dà il via alla sua “Riforma della scuola”. Nella ridefinizione dei programmi di scienze per le scuole secondarie di primo grado la Ministra si affida a Giuseppe Bertagna, allora direttore del Dipartimento di Scienze della formazione e della comunicazione dell’Università di Bergamo. Il professore ha idee molto chiare sulla questione dell’evoluzionismo, e ad un quotidiano dichiara: L’evoluzionismo è una degenerazione [Cfr. Scuola, taglio e cucito ma niente Darwin, La Repubblica, 17 aprile 2004, p. 16]. Darwin cade in mani sicure e scompare dai nuovi piani di studi ministeriali. Nel Decreto legislativo n. 59 del 19 febbraio 2004, allegato C (Indicazioni nazionali per i piani di studi personalizzati nella Scuola Secondaria di 1° grado) l’insegnamento dell’evoluzionismo viene omesso. “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...