Io uccido. O forse no.

Magritte, Le Retour

Un articolo apparso oggi su Repubblica online riporta prepotentemente alla ribalta la questione del libero arbitrio (leit motiv su questo blog da un paio d’anni) e, in particolare, anticipa un problema che il diritto non potrà continuare a ignorare per sempre. Chi ha ucciso mia suocera? “Io” o i miei inconsapevoli neuroni? “Io” o la mia natura, che non sono in grado di controllare – perché è lei che continuamente informa me?

L’articolo a cui mi riferisco è qui. Cito:

Una donna che nel 2009 aveva ucciso la sorella, dando poi fuoco al corpo, e in seguito tentò di uccidere la madre, è stata condannata a vent’anni di reclusione dal gup comasco Luisa Lo Gatto, che le ha riconosciuto un vizio parziale di mente non solo sulla base di accertamenti psichiatrici, ma anche di analisi neuroscientifiche e morfologiche sul cervello e sul suo patrimonio genetico.

La giovane – ha spiegato il gup – presenta delle “alterazioni” in “un’area del cervello che ha la funzione” di regolare “le azioni aggressive” e, dal punto di vista genetico, ha dei fattori “significativamente associati a un maggior rischio di comportamento impulsivo, aggressivo e violento”.

Una sentenza che – si capisce – implica diverse cose. E, insomma, non si tratta più solo di mere speculazioni filosofiche.

Per chi volesse approfondire, la relazione tra neuroscienze e responsabilità delle proprie azioni è ben affrontata in questo libro che ho letto qualche mese fa.

Annunci

2 pensieri su “Io uccido. O forse no.

  1. […] Questo articolo di Repubblica Online si lega fortemente – per certi versi – a quello che ho postato giusto ieri. Infatti, sottolinea una volta ancora come gli studi sul cervello e (in questo caso) sulla percezione e sulla memoria finiranno per influenzare in maniera decisiva ciò che avviene all’interno dei tribunali. E’ solo questione di tempo. In questo caso, si arriva a mettere in dubbio – finalmente? – l’affidabilità del testimone oculare. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...