Tre letture veloci veloci

Flatlandia, di Edwin Abbott. Idea straordinaria e grande opera di divulgazione. Come racconto, forse, poteva essere qualcosa in più. Comunque importante. (ne avevo parlato anche qui)

Una passeggiata nei boschi, di Bill Bryson. Il libro racconta l’avventura che lo scrittore ha intrapreso assieme all’amico Katz sull’Appalachian Trail, sentiero americano che attraversa boschi e montagne per un tragitto complessivamente lungo più di 3000 km. A tratti molto divertente, leggero e piacevole. Consigliato se volete qualcosa di disimpegnato.

The demon-haunted world. Science as a candle in the dark, di Carl Sagan. Il caso vuole che stia leggendo questo libro, e soprattutto i paragrafi in cui Sagan definisce cos’è la scienza e il pensiero scientifico, proprio nel momento in cui la fisica potrebbe aver fatto un’incredibile scoperta: sì, mi riferisco alla storia della velocità dei neutrini (consiglio di seguire gli ultimi articoli su questo blog, assai competente in materia). Di fronte ai commenti sconcertati di molte delle persone che conosco (“ma allora Einstein aveva torto!” è ciò che ho sentito con più frequenza) mi sono reso conto di quanto negli ultimi anni sia mutata la mia forma mentis nell’affrontare tali questioni. Science is more than a body of knowledge. It is a way of thinking dice Sagan all’inizio del libro. Adesso, proprio adesso, realizzo quanto questa frase dica il vero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...