Solo i superficiali non giudicano dalle apparenze

Jessica Alba

In effetti anche la semplice informazione sui contorni può essere un elemento sufficiente per condurre al riconoscimento degli oggetti. […] David Hubel così descrive questo sorprendente aspetto della percezione:

“Moltissima gente, me compreso, fa fatica ad accettare l’idea che l’interno di un oggetto… non sia in grado di eccitare i neuroni cerebrali… che la nostra percezione dell’interno di un oggetto come nero o bianco… dipenda solamente dalla sensibilità delle cellule verso la sua sagoma.  Il concetto che sta alla base di questa affermazione consiste nel fatto che la percezione dell’interno di un oggetto illuminato in maniera uniforme dipende dall’attivazione di cellule i cui campi recettivi ricevno informazioni dai margini di quell’oggetto, nonché dall’assenza di attivazione delle cellule i cui campo recettivi stanno all’interno dell’oggetto stesso. Infatti, se tali cellule venissero attivate, ciò significherebbe che l’oggetto, in realtà, non è illuminato in maniera uniforme. Perciò, la nostra percezione dell’interno di un oggetto come nero o bianco, grigio o verde non ha nulla a che fare con le cellule i cui campi recettivi stanno all’interno dell’oggetto, anche se questo concetto appare un po’ difficile da mandar giù… Le sole informazioni necessarie sono quelle che ci dicono cosa accade a livello dei margini di un oggetto; il suo interno è soltanto stucchevole.”

da Principi di Neuroscienze, a cura di Eric Kandel (capitolo che si occupa della percezione visiva)

Annunci

Un pensiero su “Solo i superficiali non giudicano dalle apparenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...