Hacking your brain

Sempre a proposito di cerebro et similia, la sempre ganzissima pagina FB I fucking love science mi segnala la seguente infografica. Leggendola vengono a mente molti racconti di Sacks e Ramachandran – penso per esempio alla più volte sottolineata relazione tra deprivazione sensoriale e allucinazioni, ma non solo. In special modo, si percepisce come il trucco della mirror box (un video esplicativo) ideato da quest’ultimo abbia influenzato parecchia gente, spingendola a sperimentare e sperimentare ancor di più, confrontandosi con idee che a prima vista paiono le più assurde ma che, se ben sfruttate, possono portare benefici pratici.

Hacking your brain
(A scanso di equivoci: no, io non ho provato a fare niente del genere)

Annunci

6 pensieri su “Hacking your brain

  1. L’illusione del nasone l’avevo provata. :)
    Ricordo che, da piccolo, avevo “scoperto” anche quella strana cosa dell’ultima illustrazione. Me l’ero dimenticato fino a quando non l’ho vista descritta qua. :)
    Il ganzfeld lo dorvò provare prima o poi… anche perché è abbastanza semplice da realizzare. …mentre vasche per la deprivazione sensoriale non se ne trovano spesso, in giro :D
    Conoscevo il sito di questo centro a Roma (http://www.oceanmind.it/home.htm), ma che ora ha sospeso le attività con la vasca e, al volo, ne ho trovato uno a Torino (http://www.floatwork.it/galleggiamento-vasca.asp), ricordo che dovrebbe essercene uno anche in veneto, ma non riesco più a trovare la pagina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...