Ultime letture

La vita davanti a sé, di Romain Gary. Lo consigliavano in diversi (tra cui lui) e, alla fine, sì, l’ho letto. Il libro narra la storia (o meglio, parte della storia) di Momo, un ragazzino arabo che vive all’interno della banlieu di Belleville (Parigi), dove brulicano persone di ogni etnia, religione e sfumatura di sesso. Momo non ha madre né padre (si autodefinisce ‘figlio di puttana’ sapendo di non allontanarsi troppo dalla verità) e viene accudito da una anziana e ormai obesa prostituta ebrea, Madame Rosa. Mentre la donna si avvicina alla morte, il narratore Momo, che sogna di diventare bravo come Victor Hugo, si accorge di aver stabilito con la donna un legame incredibilmente intenso e vitale e comincia a realizzare che Madame Rosa è tutto ciò che ha al mondo, tutto ciò che lo ha salvato e lo salva dalla più completa solitudine. E’ la sua unica famiglia. Realismo a iosa, momenti di maldestro pragmatismo e tanta umanità. Davvero un buon libro.

E’ nata una star?, di Nick Hornby. Grazie a (o per colpa di) una vicina impicciona e pettegola Lynn scopre che il proprio figlio Mark ha partecipato come attore protagonista, viste le sue doti non comuni, alla realizzazione di un film pornografico. La cosa inevitabilmente (o no?) sconvolge la donna, che si trova a doverne parlare con marito Dave e poi col figlio stesso, mentre comincia a riorganizzare il mondo attorno a sé sulla base della novità. Librino leggero leggero che si consuma in un paio d’ore. A tratti simpatico, non ha poi così tanto da offrire. Non spendeteci soldi.

Il disagio della libertà. Perché agli italiani piace avere un padrone, di Corrado Augias. Il titolo del saggio dice già tutto, credo. Talvolta è a mio parere fin troppo moralistico, ma nel complesso – per quanto mi riguarda – ha rappresentato un buon ripasso delle vicende avvenute in alcuni fondamentali periodi storici dell’Italia, utilizzati per fare parallelismi con i mali italiani odierni.

Annunci

2 pensieri su “Ultime letture

  1. Sono contento ti sia piaciuto Gary. L’Hornby di “E’ nata una star” non m’e’ riuscito di farmelo interessare, invece.
    Il saggio di Augias di questi tempi potrebbe spingere al suicidio, all’espatrio o alla rivoluzione armata :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...