Of Walking Abortion

Non lo capii, The Holy Bible. Venivo dalla potenza, dall’iconoclastia e dall’orecchiabilità di Generation Terrorists, dai suoi accordi aperti, e non lo capii. Ricordo una recensione di Luca Signorelli su Metal Hammer che ne tesseva le lodi. Lo acquistai ma non lo capii.

E oggi sono qui a sentirlo e risentirlo. Ad apprezzarlo sempre più. Crudo, anoressico, infetto e tanto tanto anni ’90. Così anni ’90 che all’epoca – erano gli anni ’90, era il cuore degli anni ’90 – mica me ne accorsi. Discone. Parafrasando Boris Yellnikoff: se siete di quelli che devono per forza sentirsi bene, lasciate perdere. E fatevi fare un massaggio ai piedi. Per tutti gli altri, invece…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...