Un anno da lettore (2014)

Anno nero della lettura, senza dubbio. Visto che le ho dedicato pochissimo tempo. La scusa è già pronta, ovviamente: dovevo laurearmi, e gli impegni, e la tesi, e di qua e di là. Su tutto si stagliano due libroni pazzeschi: Le correzioni di Franzen, opera superlativa, acida e commovente, forse tra le migliori cose scritte negli anni 2000, e Infinite Jest di Wallace (il quale peraltro mi ha portato via dei mesi, tre?, ed eccovi servito un altro alibi). Non so se è un capolavoro, dovrei stare qui a pensarci e ripensarci, e questo comporterebbe cercare una definizione inequivocabile di letteratura e altre cose noiose. Di certo c’è che è qualcosa di geniale e di patologico allo stesso tempo. Una mente superiore, e malata, inadattabile all’esistenza, sguinzagliata alla macchina da scrivere: ed è sorprendente e ammirevole che, nonostante le droghe e la depressione e – sì – la voglia di farla finita, tale mente riesca a tenere in piedi un mostro letterario di così ampie dimensioni e così esageratamente articolato. Per quanto riguarda la non-narrativa, cito solamente l’ottimo manuale di neuroscienze Biological Psychology: An Introduction to Behavioral, Cognitive, and Clinical Neuroscience, che è organizzato e scritto con estrema chiarezza senza per questo dover rinunciare alla complessità insita nella materia. Infine, son rimasto abbastanza deluso da DeLillo, conosciuto quest’anno grazie alla lettura di un paio di suoi libri, e piacevolmente intrattenuto da La simmetria dei desideri di Eskol Nevo – non ha alcuna velleità, e questo gioca a suo favore.

(liste gentilmente fornitami ad Anobii)

Reasons and Persons (Derek Parfit) (in lettura)

Pastorale americana (Philip Roth)

Vita di Galileo (Bertolt Brecht)

Filosofia della scienza: Un’introduzione (James Ladyman)

Rumore bianco (Don DeLillo)

Aperto tutta la notte (David Trueba)

La simmetria dei desideri (Eshkol Nevo)

Cosmopolis Di Don DeLillo

Tutti mi danno del bastardo (Nick Hornby)

Penso quindi gioco (Alessandro Alciato, Andrea Pirlo)

Biological Psychology: An Introduction to Behavioral, Cognitive, and Clinical Neuroscience, Fifth Edition (Mark R. Rosenzweig, S. Marc Breedlove, Neil V. Watson)

Cognitive Neuroscience of Aging: Linking Cognitive and Cerebral Aging

Sensation and Perception (Wolfe, Kluender, Levi)

Infinite Jest (David Foster Wallace)

Oblio (David Foster Wallace)

Una cosa divertente che non farò mai più (David Foster Wallace)

Le correzioni (Jonathan Franzen)

Shakespeare scriveva per soldi. Diario di un lettore (Nick Hornby)

Non è un paese per vecchi (Cormac McCarthy)

Le città invisibili (Italo Calvino)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...