Apparently nothing

E poi (ti trovi a scrivere la tua prima frase che comincia con ‘e poi’) ti capita di ascoltare, dopo secoli, un disco che pareva (non pareva: era) sepolto dietro a vinili, cassette, libri polverosi e dvd di Woody Allen. Trattasi di Mer de Noms degli A perfect circle. Non sono mai stato il più grande fan di Maynard James Keenan dei Tool, voce in questi brani. Molto bravo, chiaro. Si sente che ci sa fare. Più che chiaro. Grande personalità. Chiarissimo. Ma il suo timbro m’ha in verità sempre lasciato piuttosto freddino. Per quanto mi riguarda, almeno nei Tool, ci ho sempre sentito poca passione. Eppure la cosa è meno evidente in questo disco, nel quale il soggetto in questione offre una prestazione clamorosa che, sì, l’ammetto, fa a fatte anche quelli schizzinosi come me. 3 Libras è uno di quei pezzi tra fine anni ’90 e inizio 2000 che hanno fatto da sottofondo a circa un miliardo di serate. Intensità insopportabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...