I Origins

Non so se I Originsdal regista del discreto Another Earth – possa considerarsi a tutto tondo un film di fantascienza, come – leggo – viene definito altrove. La parte drammatica spadroneggia per la quasi totalità della pellicola e quell’elemento che in teoria dovrebbe caratterizzarla come fantascientifica ha in realtà più un sapore misticheggiante che altro. Più che di futuro e meraviglie della tecnologia, il film parla di relazioni uomo – donna e soprattutto dello scontro tra due inconciliabili punti di vista sul reale: quello della scienza, proprio del protagonista maschile (un giovane ricercatore) e quello più intuitivo e spirituale della ragazza di cui si innamora. Interessante, a latere, tutto il discorso legato all’evoluzione dell’occhio e all’importanza della sua comprensione nell’eterna lotta tra il bene evoluzionista e il male creazionista. Nel complesso si respirano buone atmosfere: c’è quel giusto mix tra fatalismo, cinica lucidità e inevitabile complicazione dei rapporti umani che ha reso enormi film come (per esempio) Eternal Sunshine of the Spotless Mind anche se qui, ci mancherebbe, siamo lontani da quei livelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...