And the leaves turn from red to brown

I dischi di fine settembre/inizio ottobre sono sempre i soliti, che-ve-lo-dico-a-fare, dai Promised Land ai Dead heart in a dead world, passando per gli Hex e così via.

Poi, si sa, ci son le novità.

Tra gli album che sto ascoltando maggiormente in questi giorni, giusto per tenere le endorfine sotto il livello di guardia:

Synkro – ChangesImparata e bene la lezione di Burial (l’ho già scritto, no, che Untrue è un capolavoro?), qui si dilata ancor di più, ed è più spazio interstellare, più sordo vuoto cosmico a sprazzi scaldato da accenni r’n’b, che club fumosi di periferie londinesi e drink solitari al bancone e notti a sorprendere l’alba oltre lo skyline con acidità varie localizzate a metà via tra lo stomaco e la gola. Se capite cosa voglio dire. La chiamano dubstep, ma ho l’impressione che si vada pian piano da qualche altra parte.

Low – Ones and sixes. Non conoscevo questa – così leggo – band di culto. Disco minimale e ben arrangiato, di lentezza calcolata. Architettura elettronica, qualche astratta chitarra che compare sulla scena per poi dileguarsi lesta dopo aver detto quel che doveva. Due voci, una maschile e una femminile, per brani che vanno dal pop a materiale meno maneggiabile e trippoppeggiante. Dei bei pezzi, davvero, tra cui la sofferta Spanish Translation.

Caspian – Dust and disquiet. Di solito il post rock, quello che di solito definiscono tale, non mi piace. E’ roba che corre sempre sugli stessi binari, che segue sempre stantii crescendo chitarristici mai davvero illuminanti. Qui le cose paiono vagamente diverse, e mi pare che ci sia quel qualcosa in più a livello di idee che fa davvero la differenza. Lo sto scoprendo pian piano, ma già scorgo interessanti vette d’intensità.

Altri dischi che sto ascoltando sono il nuovo dei Beach House (come sempre ottimi come compagni per lettura/scrittura) e l’ultimo inavvicinabile di Kurt Vile. Nell’attesa che, nei prossimi mesi, esca robetta come Baroness, Daughter e, chissà, Pain of Salvation…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...